Casa da Musica | Rem Koolhaas: A meteorite fell from the sky

Parliamo di un gioiello sapientemente intagliato, caduto dal cielo e il cui impatto a terra ha generato delle dune granitiche nella piazza che lo ospita.

L’impatto visivo è forte, si presenta come un corpo alieno, solido, compatto, bianco, al centro della Rotunda da Boavista nella città di Porto, circondato da edifici eterogenei tra loro che spaziano da realizzazioni recenti, in corso d’opera ed edifici decisamente bisognosi di interventi di recupero.

We are talking about a jewel expertly carved, fell from the sky and whose impact on the ground has created granitic dunes in the square that hosts it.

The visual impact is so strong, it looks like an alien, solid, compact, white object in the center of the Rotunda da Boavista in the city of Porto. It is surrounded by heterogeneous buildings ranging from recent realizations, work in progress and buildings that definitely need recovery interventions.

E’ la forma rispetto alla sua funzione che incuriosisce, la Casa da Musica rompe ogni paradigma di come una sala da concerto dovrebbe essere.

Rem Koolhaas è stato incaricato della sua realizzazione e per questa volta l’architetto non ha potuto ignorare il contesto, scegliendo un cemento bianco ha deliberatamente legato la sua opera ad una tradizione portoghese che si rifà al candore degli edifici di Alvaro Siza, per non parlare delle ceramiche e azulejos che rivestono le pareti di alcune sale interne.

The intriguing element is the shape respect to its function, in fact  the Casa da Musica breaks every paradigm as a concert hall should be.

Rem Koolhaas has been in charge of its construction and this time the architect could not ignore the context, choosing a white cement he has deliberately linked his work to a Portuguese tradition that goes back to the whiteness of the buildings of Alvaro Siza, not to mention the ceramics and azulejos that cover the walls of some rooms.

casadamusica

Scopo dell’architetto è anche quello di rendere pubblico l’edificio e liberarsi di quel preconcetto che vuole l’auditorium come luogo elitario, per questo al suo interno sono presenti sale aperte al pubblico e in cui si tengono laboratori musicali.

Gli ingressi sono segnati dalla piacevole brillantezza di una cascata di gradini in alluminio, materiale che ricopre tutte le pavimentazioni ma non risulta mai abbagliante o eccessivo anzi conferisce eleganza e luminosità agli spazi.

The aim of the architect is to make this building public and get rid of that preconception that wants the auditorium as elitist place, that is why inside there are rooms open to the public and in which take place music workshops.
The entrances are marked by the pleasant brilliance of a cascade of aluminum steps, a material that covers all the floors but it is never too dazzling or excessive indeed it adds elegance and lightness to the spaces.

Gli interni sono un intrico di spazi: tanto l’edificio è compatto all’esterno tanto è poroso all’interno. Otto piani fuori terra che offrono molti spazi di cui alcuni più piccoli e intimi ed altri ampi e formali. Il calcestruzzo è sempre lasciato a vista e spesso si incontrano grandi nervature strutturali oblique, solo le pareti delle sale da concerto sono rivestire in legno per abbattere il riverbero acustico.

The interior is a tangle of spaces: so the building is compact on the outside so porous is inside. Eight floors above ground that offer many spaces, some of which are smaller and more intimate and others are large and formal. Concrete is always left exposed and often can be seen large structural  oblique ribbing, only the the concert hall walls are coated with wood to break down the reverb sound.

In contrapposizione al caos ordinato delle forme interne, l’auditorium principale si presenta come una lineare scatola rettangolare chiusa alle due estremità da una parete costituita da due strati di vetro ondulato, soluzione nata per offrire un’acustica ottimale e per permettere di inondare la sala con una tenue luce diffusa.

Grande attenzione e cura sono state dedicate ad ogni dettaglio degli interni per offrire luoghi piacevoli, funzionali e d’effetto.

As opposed to the ordered chaos of the inside forms,  the main auditorium looks like a linear rectangular box closed at both ends by a wall consisting of two layers of wavy glass, this solution provides optimal acoustics and allows to flood the room with a soft diffused light.

Great care and attention have been dedicated to every detail of the interiors to provide pleasant, functional and impressive spaces.

porto, rem koolhaas

casa da musica

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: